Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a 4ZampeClub
Facebook Twitter
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Benvenuto a bordo, cucciolo
Uccellini

Benvenuto a bordo, cucciolo

L’arrivo in casa di un gatto o di un cane è un momento importante e delicato, da preparare e gestire con attenzione. Ecco tutto quello che devi sapere per partire... con la zampa giusta!
 

I nostri partners

Purina ONE Adult
In aereo con il gatto.

Benvenuto a bordo, cucciolo

Fatte le dovute proporzioni, l’ingresso in casa di un animale può essere paragonato all’arrivo di un bebé. In entrambi i casi un nuovo abitante viene accolto tra le mura domestiche e in entrambi i casi si tratta di un avvenimento destinato a portare gioia in famiglia, ma anche a modificarne la quotidianità e ad impegnare maggiormente i vari componenti.
Certo, al contrario di un neonato, difficilmente un gattino ti obbligherà a passare notti in bianco, né dovrai imparare a cambiare pannolini, ma ci sono tanti altri dettagli da conoscere affinché i primi giorni in casa del tuo cucciolo siano vissuti all’insegna della serenità, sia da parte sua sia da parte degli altri abitanti.
Inoltre è importante ricordare che l’impatto del nuovo ambiente sul cucciolo è determinante nel plasmarne il carattere e le abitudini. Se l’inizio della vostra convivenza sarà gestito con attenzione, tutto sarà più semplice in futuro. Al contrario un approccio sbagliato potrebbe generare stress nell’animale e questo si rifletterà negativamente sui vostri rapporti. Molto meglio, quindi, prendere subito coscienza di quelli che gli americani chiamerebbero “dos and don’ts”, ovvero di cosa è corretto fare e non fare quando un nuovo amico entra in casa.

Alla scoperta del territorio

scheda Uccellini - Alla scoperta del territorio La prima cosa da sapere è che, quando vengono “catapultati” in un nuovo territorio, cani e gatti reagiscono in modo molto simile. Come vedremo esistono distinzioni e specificità, ma in linea di massima le regole sono le stesse. In questo senso un esempio lampante è l’esplorazione iniziale dell’ambiente domestico.
Quando arrivi a casa libera subito il cucciolo e permettigli di familiarizzare con le stanze che lo ospiteranno, muovendosi liberamente, annusando e dando sfogo alla sua curiosità. Questa prima ricognizione deve compiersi in un contesto quanto più possibile tranquillo e rassicurante: chiudi le finestre e spegni tv e stereo perché rumori sconosciuti potrebbero spaventare il piccolo. Inoltre evita accoglienze in grande stile con l’intera famiglia schierata, bambini sovraeccitati e urlanti e continui passaggi “di mano in mano”: il cucciolo è già abbastanza stressato da tutti i cambiamenti che vede intorno a sé, il fatto di essere trattato come un pupazzo non può che innervosirlo e predisporlo negativamente nei confronti della casa e di chi la abita.
In un angolo appartato prepara due ciotole con acqua e un po’ di cibo e nel caso del gatto disponi la lettiera igienica in un’altra stanza, comunque quanto più possibile distante dall’angolo del cibo, e fagliene notare la presenza invitandolo ad entrarci.

Ops, mi è scappata!

scheda Uccellini - Ops, mi è scappata! Un altro momento cruciale è quello dei primi bisognini. Nel caso del cane, la probabilità che arrivato nella nuova casa faccia pipì sul pavimento è piuttosto alta. Se ciò succede, l’errore peggiore è arrabbiarsi, rimproverarlo o addirittura sculacciarlo: ciò lo convincerebbe di essere approdato in un ambiente pericoloso, abitato da persone di cui avere paura. Fai finta di niente, copri la pipì con dei giornali e in seguito pulisci il pavimento utilizzando spray repellente. Poi, dopo qualche ora di ambientamento, porta il cane a fare una passeggiata e, appena fa’ i suoi bisogni all’esterno, lodalo e accarezzalo a lungo, così che ne sia gratificato e capisca che quello è il comportamento giusto.
Per quanto riguarda il gatto, invece, se è stato abituato ad utilizzare la lettiera igienica non dovrebbero esserci problemi. Per aiutarlo a riconoscere il nuovo “bagnetto”, è buona abitudine utilizzare lo stesso ghiaino di cui disponeva nella casa precedente: il cucciolo ne riconoscerà l’odore e lo accetterà di buon grado.

L’ora della pappa

scheda Uccellini - L’ora della pappa Il pasto rappresenta un’ottima opportunità di aiutare il cucciolo a fidarsi di te e a sentirsi protetto e accudito nel nuovo ambiente. Nei primissimi giorni è consigliabile alimentarlo con lo stesso cibo che riceveva nella casa di origine. Solo in seguito potrai introdurre gradualmente cambiamenti nella sua dieta, anche sulla base dei suoi gusti. Ciò che più conta è la regolarità dei pasti che devono svolgersi sempre alla stessa ora e nello stesso posto.
Inizia da subito a chiamare l’animale con il nome che hai scelto per lui, così che nella sua testa l’associazione tra se stesso e il suono del suo nome si sviluppi il più velocemente possibile. Il momento della pappa è fondamentale in questo senso, ideale per abituare il cucciolo a raggiungerti quando lo chiami e a miagolare o abbaiare a richiesta quando ti rivolgi a lui.

La vostra prima notte

scheda Uccellini - La vostra prima notte Anche per quanto riguarda la nanna, ricordati che le abitudini che trasmetterai al cucciolo nei primi giorni di convivenza saranno molto difficili da rimuovere in un secondo momento. Di conseguenza, se non vuoi che l’animale si abitui a dormire con te, sul tuo letto, evita di accoglierlo e preparagli una cuccia comoda e calda, magari vicino al tuo letto così che venga rassicurato dalla tua presenza. Dopo 2-3 notti, se vuoi, potrai progressivamente spostare la cuccia allontanandola sempre più dal letto fino a trasferirla in un’altra stanza, quando l’animale sarà sufficientemente tranquillo.
All’interno della cuccia puoi posizionare qualche gioco in gomma per stimolare la curiosità del piccolo e anche per farlo sentire meno solo, soprattutto se viene da una cucciolata numerosa ed è abituato a dormire insieme a fratellini e sorelline.
Vedi tutti
Cerca
cerca
 

Indice

Benvenuto a bordo, cucciolo

Fatte le dovute proporzioni, l’ingresso in casa di un animale...

Alla scoperta del territorio

La prima cosa da sapere è che, quando vengono “catapultati”...

Ops, mi è scappata!

Un altro momento cruciale è quello dei primi bisognini. Nel...

L’ora della pappa

Il pasto rappresenta un’ottima opportunità di aiutare il cucciolo...

La vostra prima notte

Anche per quanto riguarda la nanna, ricordati che le abitudini...
 

Approfondimento

Il test dei primi giorni

Vuoi sapere se il cucciolo che hai portato in casa sta reagendo bene al nuovo ambiente ed è sano? Rispondi alle domande del nostro test e, se ci fossero dei “no”, rivolgiti al veterinario.

Mangia normalmente. SÌ NO
Fa i suoi bisogni nella cassetta o all’esterno senza difficoltà. SÌ NO
Non ha vomitato o avuto diarrea. SÌ NO
Respira senza sforzo né rumori. SÌ NO
Ha gli occhi brillanti e le orecchie pulite. SÌ NO
Ha denti bianchi, gengive rosa e non ha un alito cattivo. SÌ NO
Ha il pelo lucido, senza puntini neri di sporco. SÌ NO
Si muove e si stira senza difficoltà. SÌ NO
È attivo e sveglio, anche se intimorito. SÌ NO
 

I nostri partners

FSK Sterilcat coniglio e Verdure 400g
NUTRI LA FELICITà DEGLI ANIMALI IN ATTESA DI ADOZIONE!
annunci animali
iscriviti al 4 zampe club