Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a 4ZampeClub
Facebook Twitter
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Il giardino con le ali
Uccellini

Il giardino con le ali

Il modo più semplice di fare birdwatching? Farlo nel proprio giardino! Basta creare un ambiente accogliente ed idoneo ad ospitare gli uccelli selvatici, offrendo loro cibo e protezione.
 

I nostri partners

Friskies Gatti di Casa 1,5kg
Link a Purina ONE Mini 1,5kg

Il giardino con le ali

Birdwatching. Il termine è inglese ma di facile decodifica anche per chi non ha particolare dimestichezza con la lingua: osservazione degli uccelli. Questa pratica ha le sue radici nei paesi anglosassoni, Inghilterra in primis, dove si è diffusa già nella seconda metà del 1900. Coinvolgendo migliaia di appassionati che - soprattutto nei weekend - si armano di binocolo, videocamera o macchina fotografica e invadono pacificamente parchi e riserve naturali per ammirare e documentare la vita della fauna selvatica e in particolare degli uccelli.

Anche in Italia il fenomeno del birdwatching ha conosciuto negli ultimi 10 anni una progressiva crescita e oggi rappresenta una realtà significativa, anche in termini di Associazioni e Gruppi di appassionati che si sono organizzati per condividere questo modo sano ed istruttivo di vivere il tempo libero.

Ora però c’è un nuovo termine inglese che sta prendendo piede e che potresti imparare: birdgardening. Ovvero, adottare tecniche di giardinaggio volte ad attirare gli uccelli selvatici nel tuo giardino o anche sul tuo balcone. Così da un lato lo spazio verde si anima grazie alla vita che i volatili vi portano, rendendolo più ricco ed interessante, mentre dall’altro tu puoi osservare (ed ascoltare) l’allegra fauna pennuta comodamente seduto in poltrona, senza muoverti da casa.

Fuga dalla campagna

scheda Uccellini - Fuga dalla campagna Se il tuo dubbio è che, vivendo in città o ai margini della stessa, non hai speranze di convincere gli uccelli a “prendere casa” da te, sappi che la verità è l’opposta. Le campagne sono ormai prive di siepi e l’agricoltura intensiva ha moltiplicato l’uso dei pesticidi, scoraggiando tantissimi pennuti e spingendoli verso la città, dove paradossalmente l’ambiente è meno ostile.

Nessun cacciatore a minacciarne l’incolumità, muri coperti di rampicanti che offrono il supporto ideale per la nidificazione, un clima invernale meno rigido e numerose occasioni di procacciarsi il cibo: il contesto urbano è perfetto per questi animali che, se motivati adeguatamente, popoleranno ben volentieri il tuo giardino.

Come fare a motivarli? Offrendo loro le due cose di cui hanno più bisogno e alla cui ricerca dedicano la maggior parte della propria vita: un luogo sicuro in cui nidificare e cibo e acqua a volontà.

Il pranzo è servito

scheda Uccellini - Il pranzo è servito Molti uccelli sono ghiotti di bacche e drupe, quindi se vuoi convincerli a diventare tuoi coinquilini puoi mettere a dimora in giardino qualche pianta da bacca, privilegiando quelle che fruttificano in autunno e in inverno, quando i volatili hanno poco cibo a disposizione.

Via libera ad arbusti come biancospino, azzeruolo, cotoneaster, prugnolo, rosa canina e piracanta. Ancora, il ligustro è prediletto da capinere e tortore, mentre i merli preferiscono le bacche del sambuco e i pettirossi le drupe rosse dalla fusaggine.

Come vedi la scelta è ampia e ti consente di variare a piacimento la scenografia e i colori del giardino, trasformandolo in una piccola e suggestiva oasi naturale.

In alternativa puoi mettere a disposizione dei tuoi ospiti cibo come semi, briciole di pane o pezzi di frutta (ad esempio pere e mele) disponendo una o più mangiatoie in una zona tranquilla del giardino. Se la mangiatoia è a casetta, colloca qualche seme sul tettuccio così che il ristorantino che hai preparato per loro sia ben visibile. L’importante è che la mangiatoia sia regolarmente rifornita, meglio al mattino o nel primo pomeriggio perché verso sera potresti attirare anche i topi eventualmente presenti nei paraggi. E non dimenticarti l’acqua: gli uccelli hanno bisogno di bere spesso!

Nido dolce nido

scheda Uccellini - Nido dolce nido Un altro momento chiave del birdgardening è quello in cui si offre agli uccelli un luogo per sicuro per la nidificazione. Questo luogo può essere rappresentato da siepi miste in cui gli animali provvedano a costruire il proprio nido al riparo dagli attacchi dei mammiferi o di altri uccelli predatori come gazze e cornacchie.

In alternativa puoi predisporre un nido artificiale che può essere costruito artigianalmente utilizzando legno e tronchetti o piuttosto comprato. In commercio esistono diversi modelli di nidi che, a seconda del diametro del foro di ingresso, verranno scelti da specie diverse. Va detto, però, che gli uccelli tendono ad essere più diffidenti nei confronti dei nidi “industriali” perché, appunto, ne riconoscono chiaramente l’origine artificiale.

Puoi appendere il nido ad un albero o a un muro mantenendoti ad un’altezza di almeno 2 metri dal suolo. Che sia in giardino o sul terrazzo, scegli una zona ombreggiata e riparata dal vento, orientandolo verso sud-est ed inclinandolo appena in avanti così da precludere l’ingresso all’acqua piovana.

Un ultimo importante accorgimento è evitare di posizionare più nidi nella stessa area. Una volta che hanno occupato un territorio e vi hanno nidificato, quasi tutti gli uccelli – fanno eccezione rondini e balestrucci, abituati a nidificare in colonie – lo difendono ed impediscono ad altri volatili di introdurvisi. Il tuo... zelo immobiliare sarebbe inutile!
Vedi tutti
Cerca
cerca
 

Indice

Il giardino con le ali

Birdwatching. Il termine è inglese ma di facile decodifica anche...

Fuga dalla campagna

Se il tuo dubbio è che, vivendo in città o ai margini della...

Il pranzo è servito

Molti uccelli sono ghiotti di bacche e drupe, quindi se vuoi...

Nido dolce nido

Un altro momento chiave del birdgardening è quello in cui si...
 

Approfondimento

Un menu da leccarsi il becco

Sulla base della propria dieta gli uccelli si dividono in granivori (quelli che mangiano semi e granaglie), frugivori (frutta e bacche), insettivori (cibo di origine animale) e onnivori (è il caso di passeri e cornacchie che gradiscono ogni tipo di cibo). Puoi quindi “selezionare” il tipo di volatili che vuoi attirare nel tuo giardino attraverso il cibo che metti a loro disposizione. <br />
Fra i semi riscuotono grande successo quelli di girasole e miglio, ma anche fiocchi d’avena e cereali, arachidi, noci e nocciole: al banchetto parteciperanno cinciallegre, gazze ghiandaie.<br />
Pere, mele e kiwi molto maturi e spezzettati – o almeno spaccati in due – faranno la gioia di tordi, merli e storni.<br />
Quanto agli insettivori come merli, maine e usignoli, tentali con strutto, lardo, pezzi formaggio o cotenne: non resisteranno!
 

I nostri partners

Friskies Dental Fresh Small
Purina ONE Sterilcat salmone & frumento, con tonno 800g
annunci animali
iscriviti al 4 zampe club