Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a 4ZampeClub
Facebook Twitter
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
 
Le vaccinazioni....
 
Cerca
In aereo con il gatto.
 
 

I nostri partners

Purina ONE adult 7,5 kg – pollo
Purina ONE Urinary Care 800gr
Nelle prime settimane di vita, il micino è protetto dalle infezioni virali grazie agli anticorpi presenti nel colostro, il liquido che le ghiandole mammarie secernono subito dopo il parto, e di cui il piccolo si nutre sin dalle prime poppate.

Tale protezione svanisce però mano a mano che il cucciolo cresce e all’età di due mesi il gattino si trova praticamente “scoperto” dall’immunità. E’ quindi attorno alle 8 settimane di vita che si rende necessario sottoporlo a un piano vaccinale che ha lo scopo di stimolare la produzione degli anticorpi atti ad  aumentare le sue difese immunitarie.

Tutti i gatti dovrebbero essere vaccinati, anche quelli che vivono tra le pareti domestiche, perché le infezioni virali sono diffuse nell’aria e possono essere trasmesse dagli stessi proprietari, per mezzo di abiti e scarpe venuti in contatto con il virus.
 
Vaccino trivalente, tetravalente o pentavalente?
Ma quali sono le principali malattie infettive e a che età è consigliato procedere con le vaccinazioni?

In genere il vaccino maggiormente utilizzato è il trivalente (RCP) che protegge dall’infezione da Rinotracheite, Calicivirus e Panleucopenia (nota anche come gastroenterite virale) che sono le principali malattie virali.
La prima vaccinazione va inoculata all’età di otto settimane (2 mesi) e va ripetuta dopo tre-quattro settimane. Successivamente è sufficiente un richiamo annuale.

Esistono poi altri due vaccini messi a punto dalle case farmaceutiche negli ultimi decenni: quello contro la FeLV, la leucemia virale felina, e quello della Chlamydia, responsabile di malattie respiratorie e dell’infiammazione della congiuntiva.
Questi ultimi possono essere inoculati singolarmente o in combinazione con il vaccino trivalente e vanno ripetuti ogni anno.

Infine, per i gatti che frequentano le esposizioni o che sono esportati, è richiesta l’antirabbica, anche se ormai la rabbia può considerarsi debellata nelle nostre zone.

Attenzione: tutte le vaccinazioni devono essere eseguite solo ed esclusivamente dal veterinario che, dopo aver accuratamente visitato il micio e averne costatato lo stato di salute, vi consiglierà un piano vaccinale ad hoc, in funzione dell’età e dello stile di vita del vostro beniamino.
Vedi tutti
cerca
 
Convenzioni
 
annunci animali
iscriviti al 4 zampe club