Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a 4ZampeClub
Facebook Twitter
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Sponsor del mese
 
Scegliere il cane su misura
 
Cerca
In aereo con il gatto.
 
 

I nostri partners

Dental Fresh
Purina ONE 4x85g
È meglio un cane grande o un cane piccolo?

Difficile dare una risposta che non risenta dei luoghi comuni. In genere, infatti, si è portati a credere che un cane piccolo dia meno fastidi di un cagnone ingombrante, ma chi ha provato a convivere con una piccola peste come il Chihuahua o lo Yorkshire spesso rimpiange la placida calma di un Boxer o chi deve inseguire uno scatenato terrier invidia il proprietario dell’impassibile Leonberger. Di contro, è ovvio che, per esempio, i conti della spesa e le necessità di spazio di un padrone di San Bernardo non sono paragonabili a quelle di chi ha un Pinscher. Insomma non è facile trovare una soluzione, ma il bello della Natura sta proprio nella grande varietà di caratteri e di attitudini che si celano dietro alle diverse taglie. In poche parole, il bello è proprio quello di poter scegliere!

Abbaiano troppo ma per avvisare

Atteggiamento tipico di alcune razze “mini” è l’abbaio frequente e, a volte, isterico: problema che si risolve solo con un addestramento specifico. Il loro, comunque, è solo un modo per avvisare, perché più di altri percepiscono ogni movimento o cambiamento e sono più vigili e attenti di molti grossi cani da guardia

Cane grosso: pro e contro

I pro: indubbiamente più grandi sono e più fascino hanno. Andare in giro portando al guinzaglio un Terranova o un Dogue de Bordeaux fa il suo bell’effetto. Indiscutibile anche il loro ruolo di guardiani e difensori. Spesso, anche solo per la loro mole, dissuadono qualsiasi malintenzionato. Se siete degli sportivi il cane può seguirvi nelle corse in campagna, in montagna o al mare… e questo un “piccolino” non lo può certo fare.
I contro: senza dubbio è ingombrante, anche se spesso vive tranquillamente in appartamento.

Il cane di grossa taglia ha bisogno di maggiori attenzioni per quanto riguarda la crescita e la salute in generale; senza parlare poi dei costi di alimentazione. Infine va considerato che, purtroppo, ha un'aspettativa di vita senza dubbio più breve di quelli piccoli.

Cane piccolo: pro e contro

I pro: le dimensioni ridotte consentono loro di vivere in qualsiasi appartamento e di essere trasportati ovunque con facilità. Sono rapidi e scattanti e assolutamente competitivi con il fiuto. Infine, sono ottimi avvisatori e coraggiosi guardiani.
I contro: bisogna educarli bene affinché non siano invadenti, ostinati e…. viziati. L’obesità può essere un problema per le loro articolazioni sottili, soprattutto in età adulta. Nonostante la mole ridotta sono tenaci, coraggiosi e cocciuti e ai giardinetti possono attaccare briga con cagnoni quattro volte più grandi. Infine, quando li portate a spasso, fate attenzione ai tubi di scappamento delle auto: sono proprio all'altezza del loro naso.
 
Una tabella per classificarli
TAGLIA PER ALTEZZA
❍ Grande: da 65 cm al garrese in poi
❍ Media: da 41 a 65 cm
❍ Piccola: da 20 a 40 cm
❍ Nana: fino a 20 cm
TAGLIA PER PESO
❍ Gigante: da 45 a 90 chili
❍ Grande: da 25 a 44 chili
❍ Media: da 10 a 24 chili
❍ Piccola: fino a 10 chili
Vedi tutti
cerca
 
Convenzioni
 
annunci animali
iscriviti al 4 zampe club