Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a 4ZampeClub
Facebook Twitter
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Aiuto fido ha ingoiato...un calzino!
Cani
Aiuto fido ha ingoiato...un calzino!
I cani, si sa, hanno la pessima abitudine di ingoiare ciò che trovano in giro, soprattutto se sono giovani
Sponsor del mese
 
Aiuto fido ha ingoiato...un calzino!
 
Cerca
In aereo con il gatto.
 
 

I nostri partners

Alimenti completi/complementari per roditori
Friskies Cane 2in1 con Carni e l'aggiunta di verdure
I cani, si sa, hanno la pessima abitudine di ingoiare ciò che trovano in giro, soprattutto se sono giovani: spago, nastrini, calzini, indumenti intimi, ossa, buste di plastica, spugne, graffette, stecchini, piante velenose…. L’elenco può essere infinito. Alcuni lo fanno durante il gioco, altri per curiosità, altri ancora per ingordigia o, peggio ancora, per noia.

Il proprietario accorto sta attento a non lasciare in giro oggetti che possono nuocere alla vita del suo beniamino se vengono ingeriti. Ma qualche distrazione, purtroppo, può sempre capitare. Attenzione soprattutto quando si è fuori casa, per strada o al parco, dove oggetti pericolosi possono comparire improvvisamente davanti al naso di Fido.

Se l’oggetto è appuntito, oltre che essere ingerito, si potrebbe conficcare nel palato, sulle gengive, nella gola o nell’esofago, procurando dolore e infiammazione della parte, stimolando colpi di tosse o conati di vomito. Se invece l’oggetto continua il percorso e si posiziona nello stomaco potrebbe non provocare disturbi immediati ma procurare malessere generale e disturbi non meglio identificabili.
Se invece passa nell’intestino si può sperare che venga espulso attraverso le feci (se è di dimensioni ridotte e si è fortunati) ma, nel caso sia di grosse dimensioni,  potrebbe provocare un blocco intestinale con relative, talvolta nefaste, conseguenze.

Pronto intervento casalingo
Premesso che se il cane ha ingoiato un corpo estraneo, o una sostanza nociva la cosa migliore da fare è recarsi immediatamente dal veterinario, vediamo quale può essere un primo intervento da eseguire nell’immediato.

Se si possiede una certa esperienza e manualità, si può provare a provocare subito il vomito somministrando al cane un po’ di acqua ossigenata con l’ausilio di una siringa privata dell’ago (la dose consigliata è 5 ml ogni 5 kg di peso del cane), oppure facendogli trangugiare una manciata di sale grosso da cucina, seguita da acqua tiepida, sperando che in questo modo elimini il “corpo del reato”. Ma questo espediente funziona solo se l’oggetto è stato appena ingerito e si trova nello stomaco…
In caso di oggetti acuminati, conficcati nel palato, se sono di facile accesso e Fido collabora, si può provare a estrarli con un paio di pinzette, facendo però attenzione a non farli penetrare ancor più nella parte, se invece sono confitti in gola, o nell’esofago solo il veterinario è in grado di estrarli.

In ogni caso solo il medico potrà constatare, tramite ecografie e radiografie, dove esattamente si trova il corpo estraneo e solo lui è in grado di valutare la pericolosità delle sostanze ingerite e somministrare i medicinali idonei.
Mai sottovalutare il problema e perdere tempo: in gioco c’è la vita del vostro migliore amico.
Vedi tutti
cerca
 
Convenzioni
 
annunci animali
iscriviti al 4 zampe club