Iper la grande i
Leggi il regolamento Non riesci a registrarti? Registrati a 4ZampeClub
Facebook Twitter
Seguici su:
Login ricorda password
 
 
Come curare l'igiene orale del vostro cane
Cani
Come curare l'igiene orale del vostro cane
Bagni, spazzolate, pulizia del padiglione auricolare, taglio delle unghie… sono le operazioni ordinarie di chi ha un cane per amico
Sponsor del mese
 
Come curare l'igiene orale del vostro cane
 
Cerca
In aereo con il gatto.
 
 

I nostri partners

Link a Purina ONE Mini 1,5kg
Purina ONE Urinary Care 800gr
Bagni, spazzolate, pulizia del padiglione auricolare, taglio delle unghie… sono le operazioni ordinarie di chi ha un cane per amico, ma per una salute perfetta non bisogna dimenticare l’igiene orale!

Placca e tartaro sono di fatto i nemici numero uno dei denti di Fido, proprio come lo sono per noi. Ma se noi siamo stati educati a fare prevenzione lavandoci i denti dopo ogni pasto e a effettuare  visite programmate dal dentista, lo stesso non avviene per i nostri cani…. O meglio: non tutti i proprietari si rendono conto che dovrebbero fare altrettanto con il proprio compagno peloso.
Un’igiene orale trascurata significa una bocca colma di batteri non solo in grado di scatenare un’infiammazione gengivale ma, se non vengono opportunamente rimossi, capaci di danneggiare tutta la bocca e portare alla perdita dei denti.

Inoltre, i batteri possono diffondersi attraverso il sangue e scatenare gravi infezioni a carico di organi vitali quali ad esempio cuore, reni, fegato e polmoni.

E’ quindi di fondamentale importanza mantenere il cavo orale sano e pulito, abituando il cane sin da cucciolo all’igiene di denti e gengive.
Il momento ideale per intervenire è a fine pasto, quando è rilassato. Si dovrà operare spazzolando denti e gengive delicatamente, senza imprimere un’eccessiva pressione per non infastidirlo.

Le regole d’oro per mantenere sani denti e gengive
    •    Fin dalla tenera età è necessario abituare Fido all’esame di denti e gengive sia da parte del proprietario, sia del veterinario.
    •    E’ indispensabile spazzolare giornalmente i suoi denti (o almeno a giorni alterni) utilizzando un dentifricio specifico, appositamente formulato per cani, che non solo ha un sapore a lui gradevole, ma contiene enzimi specifici, efficaci alla rimozione della placca.
    •    Utilizzate uno spazzolino apposito o in alternativa uno di piccole dimensioni, in modo da raggiungere anche le parti posteriori della bocca, dalle setole morbide per non danneggiare lo strato sottile dello smalto. Assolutamente proibito impiegare dentifrici a uso umano: non solo non sono graditi dal cane, ma contengono sostanze quali ad esempio lo xilitolo e il fluoro che, se ingeriti, possono rivelarsi tossici.
    •    Somministrate giochini e barrette da sgranocchiare, opportunamente studiati per tenere sotto controllo la formazione della placca.
    •    Preferite un’alimentazione a base di crocchette secche: aiutano a tenere puliti i denti.
    •    Evitate la somministrazione di cibi morbidi e appiccicosi che favoriscono l’accumulo di placca e tartaro.
    •    Tenete costantemente sotto controllo denti e gengive e rivolgetevi al più presto al veterinario alla prima comparsa di tartaro, o se notate gengive arrossate o sanguinanti.
Vedi tutti
cerca
 
Convenzioni
 
annunci animali
iscriviti al 4 zampe club